Norme redazionali

Indirizzo generale della rivista

La rivista si caratterizza essenzialmente per quattro aspetti.

Innanzitutto per l'interesse verso il comportamento elettorale, studiato sia in base a fonti ufficiali sia attraverso dati survey e di sondaggio.

In secondo luogo per una certa diffidenza nei confronti di contributi puramente ideologici, critici o meramente descrittivi (seguiamo qui la recente tassonomia di Boudon); questo orientamento della rivista si sostanzia nella preferenza per contributi di carattere analitico, nella richiesta che i contributi presentati contengano un valore aggiunto conoscitivo preciso, e infine nel peso assegnato alla metodologia (una apposita sezione di Polena accoglie i contributi che possono innalzare la qualità dei lavori negli studi politici ed elettorali, con particolare riguardo all'analisi dei rapporti fra domanda e offerta politica).

In terzo luogo la rivista si caratterizza per l'apertura a una pluralità di discipline; Polena ospiterà contributi provenienti da almeno sei aree disciplinari: psicologia politica, sociologia politica, scienza politica, filosofia politica, metodologia della ricerca, marketing.

Da ultimo per la particolare attenzione rivolta al linguaggio utilizzato. La chiarezza espositiva dovrà caratterizzare tutti i contributi ospitati; gli articoli sostantivi dovranno inoltre essere comprensibili al largo pubblico. La rivista infatti, pur essendo fatta da studiosi, si rivolge prevalentemente agli osservatori politici e soltanto secondariamente al pubblico accademico.



Chi desidera sottoporre un contributo alla rivista è pregato di attenersi alle seguenti istruzioni.

  1. Requisiti del contributo
  2. La rivista non si rivolge soltanto agli studiosi accademici, ma anche agli uomini politici e agli osservatori del sistema politico. È quindi di vitale importanza che i testi presentati alla rivista siano molto chiari e vertano su temi rilevanti per la ricerca in campo politico e elettorale.

    I contributi sono sottoposti ad un referaggio, orientato a valutarne l'originalità, l'analiticità e la chiarezza. Gli articoli non possono già essere stati pubblicati su altre riviste, italiane o straniere.

  3. Dimensione del testo
  4. Gli articoli presentati per la pubblicazione nella sezione "Saggi" devono avere una dimensione compresa tra 10 e 20 cartelle di 2800 battute l'una (inclusi tutti gli spazi vuoti), mentre quelli per la sezione "Peanuts" possono variare tra 1 e 7 cartelle.

  5. Materiale da far pervenire alla redazione
  6. Ogni articolo deve includere:

    Inoltre, il testo deve essere accompagnato da brevi notizie bio-bibliografiche (principali campi di studio; principali pubblicazioni; ruolo ricoperto in Università o altro Ente) e dall'indirizzo (preferibilmente e-mail) dell'autore.

  7. Struttura e regole grafiche del testo
  8. E' preferibile che l'articolo sia strutturato prevedendo un solo livello di paragrafi numerati in ordine progressivo; gli eventuali sottoparagrafi non devono invece essere numerati. I titoli dei paragrafi vanno evidenziati in grassetto, mentre quelli dei sottoparagrafi devono essere scritti in corsivo.

    Il corsivo va inoltre utilizzato per i termini stranieri che non hanno un corrispettivo in italiano e non sono ancora di uso comune (stagflation, issue, cleavage, scaling ma leader, audience, summit), e per enfatizzare parte del testo.

    Le citazioni brevi, sia in italiano, sia in lingua straniera, devono essere scritte tra virgolette doppie alte (""), mentre quelle più estese vanno scritte in corpo minore. La citazione deve essere seguita dal nome dell'autore e dal numero della/e pagina/e.

    I termini o le espressioni che designano un concetto definito nel testo devono essere racchiusi tra apici singoli ('').

    Non è previsto l'uso del grassetto (eccetto il caso dei titoli dei paragrafi).

    Il testo deve essere giustificato senza l'uso della sillabazione, automatica o manuale.

    I riferimenti inclusi nel testo e relativi a libri e articoli devono essere così citati:

    (Bianchi, 1990)
    (Bianchi, 1985; 1990)
    (Bianchi, 1985, p.254; 1990, p. 73)
    (Bianchi, Rossi, 1990)
    (Bianchi, Rossi, 1990, p.254)
    (Bianchi, 1990; Rossi, 1994)

    Nel caso di 3 o più autori usare la forma: (Bianchi et al., 1990).

    Le note, poche e brevi, vanno inserite in coda al documento e numerate in ordine progressivo. In nota gli autori possono essere citati anche mediante rimandi del tipo: Vedi Bianchi (1990) o Cfr. Bianchi (1990).

  9. Grafici e tabelle
  10. I grafici devono essere distinti dal testo dell'articolo, salvati su file in formato originale (xls, bmp, etc.) e, quando possibile, completati dai dati da cui sono stati ricavati. Grafici e figure non possono superare gli 11 cm di larghezza e 16 di altezza.

    Le tabelle vanno incluse nell'articolo e realizzate con lo stesso programma di videoscrittura impiegato per la stesura del testo. Nelle tabelle con percentuali deve essere indicata la base su cui queste ultime sono calcolate, e le cifre decimali vanno separate con una virgola.

    Grafici e tabelle devono essere in bianco e nero (eventualmente grigio).

  11. Bibliografia
  12. I riferimenti bibliografici, elencati in ordine alfabetico e, per ciascun autore, in ordine di data, devono essere posti alla fine del testo e inseriti nel modo seguente:

    Coombs C.H.
    1964 A Theory of Data, Wiley, New York.
    Rokeach M.
    1954 The Nature and Meaning of Dogmatism, "Psychological Review", 61, pp. 184-92.
    1960 The Open and Closed Mind: Investigations into the Source of Belief Systems and Personality Systems, Basic Books, New York.
    Mannheimer R., Sani G.
    1987 Il mercato elettorale, Il Mulino, Bologna.
    Esping-Andersen G.
    1996 La politica senza classe? in N. Negri e L. Sciolla (a cura di) Il paese dei paradossi, La Nuova Italia Scientifica, Roma.

    Downs, A.

    1957 An Economic Theory of Democracy, Harper Collins, New York, tr. it. Teoria economica della democrazia, Il Mulino, Bologna, 1988.

  13. Fac-simile
  14. Su richiesta la redazione invia un fac-simile di articolo esemplificativo delle convenzioni adottate dalla rivista in termini di tabelle, grafici, impostazioni di pagina etc.

  15. Modalità di consegna del materiale

I lavori da sottoporre alla rivista vanno inviati all'indirizzo di posta elettronica: redazione@polena.net

È opportuno contattare la redazione di Polena (redazione@polena.net) prima di inviare i materiali, in modo da essere informati preventivamente sulle scadenze di consegna.

 

Stampa questa pagina